Arredare gli esterni con gusto: scegli le nostre fioriere

Se anche tu abiti in città, ma desideri di poter godere di uno spazio all’aria aperta, siamo qui per darti una bella notizia! Se sei tra i fortunati che hanno un balcone o un terrazzino, potrai tranquillamente decorarlo e abbellirlo e ricavare il tuo piccolo angolo verde! Se ti stai chiedendo come, allora continua a leggere!

Fioriere: ecco come sceglierle

Sei pronto per creare il tuo angolo verde? Ebbene si; sappi che la soluzione ideale sono le fioriere, elementi che sono ideali per arredare vasti ambienti en plein air e sono progettate per resistere agli agenti atmosferici, anche in condizioni climatiche estreme. Da preferire quando è disponibile maggiore spazio, riescono a reggere un peso notevole e favoriscono la crescita di piante a rapido sviluppo.
Come per tutti i complementi, anche per le fioriere bisognerà tenere conto di molti aspetti.

Se il tuo obiettivo è riuscire a coniugare estetica e funzionalità, il nostro consiglio è di prendere in considerazione in primis il luogo in cui la fioriera sarà collocata.

È bene dire che in commercio esistono fioriere sia da interno che da esterno. Inoltre non mancano le fioriere per balcone agganciabili saldamente alle ringhiere e alle balaustre. Infine molto utili possono essere le fioriere a muro per sfruttare in altezza la parete. In presenza di piante rampicanti, soccorrono le fioriere con spalliera.

Altro elemento da tenere in considerazione è il materiale. Il nostro consiglio nella scelta, è di tenere conto della resistenza del materiale, del tipo di pianta e dell’esposizione.

A questo punto sarai tu a capire se cerchi una fioriera resistente o bella esteticamente: solo così potrai capire quale è il materiale più adatto ai tuoi gusti ed esigenze.

Non meno importanti sono le dimensioni della fioriera.

Noi di Risa consigliamo sempre di sceglierle innanzitutto in base alla pianta ma anche alla collocazione che vogliamo darle. Di certo una fioriera molto grande eliminerà il pericolo di rovesciamenti accidentali causati da vento o urti anche se avremo difficoltà per spostarla; al contrario invece, una fioriera troppo piccola potrà dimostrarsi poco solida e potremmo correre il rischio che la nostra pianta si rovesci. La soluzione giusta non esiste, quindi è bene sempre valutare tutta una serie di condizioni ed elementi.

Per ultimo, ma non per importanza, anche la scelta della forma non è da sottovalutare; questo perché riguarda essenzialmente l’estetica e quindi il nostro gusto personale.

Fioriere da esterno

È possibile classificare le fioriere da esterno in:

Fioriere da balcone: leggere per non appesantire, sono disponibili in resina ed in plastica e sono le fioriere da balcone per eccellenza, da preferire per la loro leggerezza e maneggevolezza;

Fioriere per il davanzale della finestra: di solito rettangolari, sono anch’esse disponibili in resina e in plastica; data la loro collocazione devono essere molto stabili e resistenti a vento e alle altre sollecitazioni esterne. Ma non solo: essendo pensate per rendere più bella la facciata della nostra casa, devono essere anche belle da vedere;

Fioriere da terrazzo: nascono solo con la funzione ornamentale. Non è difficile vedere fioriere fatte per una sola pianta o altre per composizioni, belle da vedere grazie all’aggiunta di sassolini bianchi;

Fioriere con spalliera: sono una sorta di giardino verticale e permettono di abbellire un’anonima parete in modo inusuale; si rivelano essere un’ottima scelta nel caso il tuo desiderio sia quello di creare un piccolo orto verticale sul balcone.

 

Noi di Risa siamo pronti per accogliere ogni tua esigenza. Contattaci e affidati alla nostra esperienza.

Sicurezza per la tua casa: ecco come puoi difenderla da intrusioni esterne

Avere i ladri a casa è una delle esperienze che purtroppo chi più chi meno ci siamo ritrovati a dover affrontare. E come tale, entrare a casa nostra, equivale ad invadere la nostra intimità e rubare oggetti che, al di là del valore economico, rappresentano per noi un legame affettivo che non è possibile ricomprare. Se impedire che i ladri non entrino a casa nostra non è facile è invece possibile ridurre le possibilità di subire furti in casa, seguendo questi consigli.

  • Fare in modo che la casa sembri abitata quando non ci siete

Sembra banale, ma la maggior parte dei ladri vive di opportunismo. Dopo essersi recati nel quartiere prescelto, cercano case che sembrino indifese, vuote. Quindi fare apparire la nostra casa abitata in ogni momento è di fondamentale importanza. Le luci interne accese sono importanti per fare sembrare che la casa sia occupata. L’ideale sarebbe avere più luci, che si alternassero come se in casa ci fosse davvero qualcuno. In questo caso, basta usare un timer.

  • Rendere difficile l’accesso alla casa

Altra precauzione da prendere per aumentare la sicurezza della casa è rendere quanto più difficoltoso per i ladri arrivare fisicamente vicino alla casa. Le soluzioni più comuni sono un alto muro o una recinzione. Bisogna sempre tenere in mente che è più facile sgattaiolare sopra o sotto una recinzione passando inosservati, rispetto alla difficoltà trovata dai ladri nel forzare la serratura della porta d’ingresso. Per questo motivo, bisogna cercare di evitare che si crei fra gli occupanti della casa un falso senso di sicurezza che può portarli a trascurare una rigorosa chiusura di porte e finestre. Questa basilare misura difensiva è efficace unicamente quando è davvero difficile da penetrare, prevalentemente se viene usata in combinazione con un sistema di videosorveglianza o rilevatori di movimento.

  • L’importanza delle porte

La principale misura di sicurezza in casa sono le porte. Sono due i fattori principali che ne determinano la capacità di resistere a tentativi di effrazione, la blindatura e le serrature.

Per aumentare la nostra sicurezza in casa, dovremmo dotare ogni porta d’ingresso di uno spioncino per controllare l’identità dei visitatori quando siamo presenti. Nel caso in cui l’ingresso nella proprietà non coincida con la porta di casa, un videocitofono può permettere di vedere qualcuno e parlarci prima di decidere se aprire la porta. Qualora non fossimo presenti nella nostra abitazione, sono principalmente due i fattori che influenzano l’esito del tentativo di furto: la blindatura della porta e la qualità della serratura. Esistono infatti alcune tipologie di porte che resistono molto più a lungo di altre, con conseguenti differenze sulla sicurezza della casa, ma i prezzi possono salire oltre il budget previsto.

  • Finestre sicure per la vostra casa

Solitamente le case hanno una o due porte, mentre le finestre sono molto più numerose. I ladri sanno bene che controllando sistematicamente tutte le finestre di una casa, ci sono buone probabilità che almeno una di esse non sia chiusa adeguatamente e possa rappresentare una breccia nella sicurezza della casa.

Per uno scassinatore esperto la maggior parte delle serrature montate su finestre standard sono molto semplici da forzare. Pertanto, serrature più resistenti possono fare la differenza fra un tentativo di scasso che rimane tale e una effrazione riuscita.

  • Altri punti di accesso alla vostra casa

Porte e finestre sono i colpevoli principali delle intrusioni indesiderate, ma non sono l’unica via d’accesso. È utile sapere per aumentare la sicurezza in casa che molti furti avvengono attraverso i garage. Oltre a correre il rischio di subire il furto di oggetti di valore dal garage, dobbiamo considerare che la porta che collega garage e casa spesso non è protetta adeguatamente, poiché erroneamente non la percepiamo come una potenziale via d’accesso per i ladri. È consigliabile controllare anche lucernari, vespai o qualunque apertura possa fornire ai ladri un accesso alla nostra casa.

  • Installazione di un sistema di allarme

I consigli dati in precedenza sono principalmente pensati per fermare fisicamente i malintenzionati, e il sistema di allarme contribuisce molto a rafforzarne l’efficacia, anche dal punto di vista della pressione psicologica.

Se viviamo in un luogo in cui la polizia è efficiente, l’allarme aumenta notevolmente le probabilità di catturare i ladri. Qualora i tempi medi di risposta della polizia fossero lunghi, possiamo sperare che il rumore e l’attenzione attirata dall’allarme possa quantomeno dissuadere il ladro dal completare la sua missione.

Hai un ufficio? Installa le veneziane in alluminio

 

Stai pensando di installare le veneziane in alluminio nel tuo ufficio, ma vuoi conoscerne meglio le caratteristiche? Continua allora a leggere l’articolo!

Le veneziane, si prestano per abitazioni, ma anche per uffici, studi professionali. Le veneziane in alluminio sono realizzate con una tecnologia innovativa che le rende estremamente leggere e al tempo stesso robuste e a prova di torsione.

Tra le tante tipologie di tendaggio a disposizione, le veneziane sono da tempo una delle soluzioni migliori per chi è alla ricerca di un’alternativa valida ed economica agli ombreggianti tradizionali perché richiedono una manutenzione ridotta al minimo, offrono il giusto grado di ombra regolabile; unito a leggerezza e semplicità d’uso.

I prodotti vengono realizzati a partire da sottili lamine di alluminio anodizzato, che può essere verniciato direttamente durante questa fase di realizzazione, con un risultato definitivo e molto elegante, oppure trattato in superficie in seguito per offrire una colorazione particolare.

Le veneziane in alluminio si sposano perfettamente con l’ambiente in cui devono essere inserite e si controllano tramite un sistema che può essere basato su un cordino, un’assicella, oppure con un motorino elettrico silenzioso.

Le lamelle che formano questo tipo peculiare di tendaggio possono essere inclinate e regolate a piacere in pochi secondi, una volta stabilita l’altezza a cui si vuol far scendere la veneziana, per creare il giusto grado di ombra e di privacy.

Le singole lamelle sono estremamente sottili e quando vengono aperte fanno filtrare perfettamente la luce senza riflessi. Una volta chiuse, invece, offrono discrezione e tutto l’isolamento di cui hai bisogno. L’alluminio è molto amato come materiale, in particolare perché permette di ottenere diversi tipologie di Veneziana, anche adatte per essere inserite in contesti eleganti.

I vantaggi delle veneziane in alluminio

Oltre a essere esteticamente belle, versatili ed eleganti in maniera discreta, le veneziane sono un vero concentrato di tecnologia per garantire prestazioni energetiche uniche.

Dal punto di vista del consumo energetico, l’installazione di una soluzione per il tendaggio come le veneziane ha immediatamente risvolti molto interessanti. L’alluminio sottile offre un ottimo grado di isolamento termico, perché non costituisce un elemento in grado di trattenere il calore.

Una volta che sia stata completamente chiusa, una veneziana in alluminio limita lo scambio con l’esterno del calore e dell’energia, creando una zona di intercapedine tra la finestra e lo spazio in cui si vive, che funge da cuscinetto e impedisce il surriscaldamento improvviso dell’aria quando il sole è più intenso.

Questo si traduce rapidamente in risparmi notevoli in bolletta sia in estate che in inverno, perché il condizionatore e la pompa di calore devono lavorare a un regime più basso, se non c’è una zona di dispersione verso l’esterno. Quando non occorrono, le veneziane possono essere tranquillamente richiuse con un semplice gesto, riducendosi a un piccolo pacchetto di lamelle collocato in alto sulla finestra, oppure se si preferisce la versione con i fili in tensione fissa, può anche essere montata nella parte inferiore.

Oscuranti: quali tipologie?

Oscuranti per finestra: quanto ne sappiamo? In questo articolo vedremo quali sono i vantaggi degli oscuranti come la protezione della privacy, la modulazione della luce, il miglioramento della sicurezza antieffrazione e l’impatto sullo stile d’arredamento della casa in cui vengono inseriti.

Oscuranti per finestra: cosa sono e quale sistema scegliere?

Nonostante i sistemi oscuranti per finestre siano elementi un po’ troppo sottovalutati, la realtà è ben diversa: sono molto importanti per far vivere nelle migliori condizioni gli abitanti di una casa.

Una definizione semplice di sistemi oscuranti per finestre è indicarli come quell’insieme di accessori che proteggono i serramenti e difendono anche gli ambienti interni delle nostre abitazioni. La funzione principale di un oscurante finestra è la protezione e la privacy dell’edificio dove viene inserito.

In poche parole gli oscuranti per finestra danno riparo dai raggi solari, evitano il surriscaldamento degli ambienti e garantiscono un migliore isolamento termico e acustico. Tutto questo proteggendo la casa dagli agenti atmosferici e dai malintenzionati.

Le diverse funzioni dei sistemi oscuranti

Le tende, le tapparelle e gli scuri ci permettono di realizzare molto di più della semplice regolazione della quantità di luce naturale all’interno della stanza.

Oltre a fornire una fresca ombreggiatura, i sistemi oscuranti per finestre ci permettono di:

  • mantenere una temperatura ideale, aiutando l’isolamento termico e il risparmio di energia;
  • limitare i riflessi dovuti a una troppa luce naturale;
  • proteggere gli infissi da avversi eventi atmosferici e inquinamento;
  • aumentare la sicurezza dell’abitazione, proteggendo dai tentativi di effrazione;
  • migliorare l’estetica della casa;
  • aumentare la privacy.

Oscuranti interni e oscuranti esterni: le diverse tipologie

Sono venduti, sia online che nei negozi fisici, diversi tipi di sistemi oscuranti. Possono essere oscuranti interni, come tende e veneziane, oscuranti esterni, tapparelle o persiane o soluzioni ibride per entrambe le situazioni, tende o veneziane per l’esterno o scuretti interni.

Andiamo ora ad analizzare le diverse tipologie di oscurante finestra.

  • Le tapparelle e serrande oscuranti per le finestre della casa

Le tapparelle sono, insieme alle veneziane di cui parleremo più avanti, dei sistemi oscuranti per finestre che permettono la più alta flessibilità nella regolazione della luce.

A seconda del materiale la suddivisione più classica è tra sempreverdi tapparelle in alluminio e le leggere ma resistenti tapparelle in PVC. Se facciamo una ulteriore suddivisione dei prodotti in base alla tipologia delle tapparelle possiamo distinguere tra quattro categorie principali: manuali, elettriche, orientabili e blindate.

Una parte fondamentale delle tapparelle: il cassonetto

Quando si parla delle capacità isolanti degli avvolgibili bisogna porre la dovuta attenzione anche ai cassonetti per tapparelle. Si tratta di una delle parti più deboli del foro finestra perché è a rischio di dispersione termica.

Se il cassonetto tapparella non è coibentato il problema della dispersione termica sorgerà al 100% e spifferi e rumori continueranno ad invadere gli ambienti di casa.

 Scuri finestre, antone o scuretti interni

Gli scuri sono uno dei sistemi oscuranti per esterni che più difendono la casa: creano una sorta di barriera sia dal calore del sole che dai malintenzionati.

Scuri finestre e scuretti interni presentano diversi vantaggi rispetto agli altri sistemi oscuranti per finestre: permettono il maggior livello di isolamento termico, facilmente intuibile dal fatto che quando sono chiusi limitano al massimo il flusso di calore tra l’interno della tua casa e l’ambiente esterno. Anche l’isolamento acustico è elevato.

Mentre gli scuri interni sono indicati maggiormente le zone più fredde, come l’alta montagna, gli scuretti si adattano perfettamente anche ai torridi caldi estivi. Questo perché possono essere chiusi mantenendo le ante aperte.

Ecco 3 tipologie di scuri che puoi identificare in modo semplice e veloce:

  • scuri alla padovana: composti da 2 pannelli, generalmente di differenti dimensioni, progettati per addossarsi alla spalletta della finestra e al lato esterno;
  • scuri alla vicentina hanno un sistema di apertura compatto: le ante si impacchettano verso l’interno della muratura lasciando libera la facciata;
  • antone: uno scuro composto da un solo pannello senza snodo che si addossa alla muratura esterna.

Le tende oscuranti per finestre

Le tende e tutti gli oscuranti interni in generale hanno il vantaggio di non alterare l’aspetto della facciata esterna di un edificio.

In realtà le tendine oscuranti per finestre risultano meno efficienti dei sistemi che abbiamo già visto dal punto di vista energetico. Questo però non ha ostacolato la loro popolarità: tende oscuranti per finestre interne e tendaggi sono da sempre uno dei mezzi più apprezzati per aumentare la riservatezza e regolare l’illuminazione.

Veneziane: la soluzione ideale per oscurare uffici e studi

Le veneziane sono sistemi oscuranti per finestre avvolgibili come le tapparelle. A differenza delle tapparelle sono però formate da strutture più leggere, da lamine fisse e non hanno il cassonetto. Possono avere comando manuale o elettrico.

Le veneziane un ottimo sistema filtrante di luce e calore, creando un’atmosfera distesa e piacevole. Per questo vengono spesso impiegate per regolare l’illuminazione negli uffici, sale riunioni, studi medici, ospedali, uffici pubblici.

Automazioni domotiche Somfy: ecco tutti i nostri prodotti disponibili

Sono tantissime oramai le persone che scelgono di passare all’utilizzo di dispositivi intelligenti e quindi ad una migliore automazione della propria casa, che, tradotto in soldoni, ci consente una vita domestica più comoda e confortevole con una maggiore sensazione di benessere. Ma, cos’è una casa intelligente?

Un sistema domotico è generalmente completamente cablato e viene installato al momento della costruzione dell’edificio. La casa connessa collega i dispositivi senza fili di casa attraverso un comando centrale intelligente. Può accogliere nuovi “membri della famiglia” in qualsiasi momento.

Come funziona la casa intelligente?

Il box domotico, o smart control, agisce come un hub centrale: permette di centralizzare tutti i tuoi dispositivi. I tuoi dispositivi intelligenti potrebbero non utilizzare tutti lo stesso protocollo di comunicazione. Questo significa che non parlano la stessa “lingua”. È qui che entra in gioco l’hub della smart home. Come interprete, si assicura che tutti i dispositivi lavorino insieme correttamente.

Per esempio: quando le tende si chiudono al tramonto, attraverso l'”interprete” le lampade capiscono che devono accendersi. L’interprete (hub) fa anche in modo che tu possa comunicare con la tua casa tramite il tuo smartphone o tramite il controllo vocale.

Quali sono i vantaggi della casa intelligente?

Con la casa intelligente, puoi collegare tutti i dispositivi per la casa intelligente al tuo sistema domotico. Le tue tapparelle, telecamere di sorveglianza, sistema di allarme, illuminazione, riscaldamento, cancello, porta del garage, ecc. Puoi automatizzare il loro funzionamento, creare scenari e controllare le tue installazioni anche a distanza.

I nostri prodotti

  • Automazioni per Garage e cancelli

La comodità è sicuramente il vantaggio principale per motorizzare l’apertura del garage e del cancello.

Dexxo IO: motore per l’apertura e chiusura di porte di garage

Tecnologia IO: consente di motorizzare porte di garage fino a 10 mq

Elixo IO: motore per l’apertura e chiusura di cancelli scorrevoli

Tecnologia IO che non richiede il cablaggio dei punti di comando, consente di motorizzare cancelli scorrevoli fino a 8 mt

  • Automazioni per persiane a battente

Motorizzare le persiane è il primo passo da compiere per chi vuole aumentare il valore, il comfort e la sicurezza all’interno della propria casa.

Si adattano perfettamente ad ogni tipo di profilo e di serramento, anche dal punto di vista estetico, grazie ad un’ampia gamma di finiture e colorazioni. L’installazione, inoltre, è rapida e non richiede interventi strutturali. Le persiane motorizzate continuano a funzionare anche in caso di blackout elettrico con il sistema YSLO IO di Somfy, grazie ad una batteria di emergenza integrata.

  • Automazioni per tapparelle

Automatizzare le tapparelle rendendole elettriche ha molti vantaggi, oltre ad evitare la fatica nell’alzare le tapparelle, fa sì che queste si consumino in maniera minore grazie al sistema di avvolgimento più scorrevole, fluido ed omogeneo.

Non è necessario sostituire le tue tapparelle manuali in quanto esistono varie opzioni di motori.

Smoove IO: comando singolo a parete senza fili, funzioni di salita, discesa, stop e posizione preferita “my”

Situo 1 IO: telecomando a 1 canale per gestire un prodotto o un gruppo di prodotti. Funzioni di salita, discesa, stop e posizione preferita “my”

Situo 5 IO: telecomando a 5 canali per gestire fino a 5 prodotti o gruppi di prodotti

RS100: motore con controllo completo del movimento con 2 velocità disponibili, la tapparella si avvia e si arresta delicatamente, l’arresto soft protegge la tapparella nel tempo. Nella modalità discreta, a velocità ridotta, la tapparella diventerà ancora più silenziosa, fornendo un comfort acustico ineguagliabile nell’abitazione.

Dispone di un rilevamento antigelo e di un sistema di rilevamento degli ostacoli per una protezione delle tapparelle.

Smoove RS100 IO: comando a parete senza fili con funzione Soft. Permette di rallentare la velocità del motore in fase di apertura e chiusura Sensore di luce solare: in base all’intensità dei raggi solari, comunica al motore quando aprire e chiudere le tapparelle. Un dispositivo di questo tipo permette di beneficiare del calore naturalmente irradiato dal sole durante l’inverno, ma anche di isolare l’ambiente domestico nelle ore più calde estive. Un esempio è Sunis, il sensore di luce Somfy. Funzionando senza fili, può essere posizionato ovunque senza compromettere l’estetica dell’edificio.

  • Automazioni per tende da sole

Puoi dire addio alla manovella. Il grande vantaggio, troppo spesso sottovalutato, di motorizzare una tenda da sole è che permette di avere un telo sempre perfettamente disteso, evitando quindi strappi, tensioni o rotture di vario tipo, grazie al movimento fluido e alla velocità regolare. Motorizzare la tenda da sole del tuo terrazzo e automatizzare il movimento, ti aiuterà a risparmiare tempo e ad avere più momenti da condividere con famiglia e amici.

Possono essere integrati da sensori meteo che abbassano la tenda se esce il sole e la chiudono in caso di vento. Protetti dalle intemperie, il meccanismo ed il telo dureranno più a lungo.

Sensore di luce solare: in base all’intensità dei raggi solari, comunica al motore quando aprire e chiudere le tende. Un esempio è Sunis, il sensore di luce Somfy. Funzionando senza fili, può essere posizionato ovunque senza compromettere l’estetica dell’edificio.

Sensore di vento: Un temporale improvviso o un forte vento rischiano di danneggiare le tende da sole. Fortunatamente, esistono sensori che rilevano la velocità del vento come il sensore Eolis cablato che superata la soglia preimpostata richiude la tenda. Oppure il sensore di vibrazione Eolis 3D, senza fili che si installa sulla barra terminale della tenda, che registra le oscillazioni verticali, orizzontali e laterali della tenda, e la richiude immediatamente al superamento di una soglia predefinita.

Sensore sole e vento: controlla la risalita automatica della tenda quando il vento supera la soglia preimpostata o in base all’intensità della luce solare.

Tahoma Switch: L’interruttore TaHoma è uno Smart Control con 2 pulsanti per centralizzare il modo in cui utilizzi i tuoi dispositivi di casa intelligente. Personalizza ogni pulsante per controllare la tua casa con scene personalizzate che si adattano alle tue routine quotidiane.

Tahoma Switch controlla le principali installazioni domestiche di Somfy e dei principali partner come tapparelle, tende, riscaldamento, illuminazione, sistemi di allarme, telecamere, cancelli, porte di garage.

Inoltre è compatibile con Google Assistant, Amazon Alexa e Apple Homekit ampliando l’esperienza dell’utente al controllo vocale.

Zanzariere: ecco perché decidere di installarle

La bella stagione sta arrivando ed anche tu temi di passare notti insonni per colpa delle tanto odiate zanzare? Già, perché seppur “in abito da ser” come cantava una canzone, “non sono mai gradite”! Niente paura. Come ci sarà ben noto, utilizzare una zanzariera ci sarà di grande aiuto per fronteggiare anche questo piccolo grande disagio. Come sappiamo, le zanzariere, sono un accessorio fondamentale che consente di ventilare gli ambienti interni riparandoli dagli ospiti indesiderati. Se hai intenzione di installarle in casa, molto probabilmente sarai indeciso su quale tipologia acquistare e alla ricerca delle soluzioni più pratiche per la posa: ecco qualche consiglio utile.

Quale zanzariera scegliere?

La scelta del modello delle zanzariere e della tipologia di installazione delle dipende dalla tipologia di infisso e dalla funzione che deve svolgere: oltre a proteggere gli ambienti dagli insetti, infatti, le zanzariere possono essere utilizzate per schermare la casa dalla polvere e dai pollini e per creare un’ombreggiatura aggiuntiva.

Per quanto riguarda il prezzo, in commercio esistono prodotti molto economici, ma non sempre affidabili a livello di durata, specie se il tessuto è sottile e soggetto agli strappi. Nelle zone battute da forti venti, ad esempio, è utile predisporre delle zanzariere antivento in grado di resistere alle intemperie e alle folate. Il costo dipende soprattutto dal materiale, spaziando dalle zanzariere economiche in nylon ai modelli più resistenti in alluminio o fibra di vetro.

Un altro fattore di scelta è dato dalla resa estetica: le zanzariere ad incasso, da questo punto di vista, sono l’ideale perché consentono di realizzare una soluzione a scomparsa integrata al vano finestra. I sistemi a incasso sono disponibili anche in versione combinata, per chi desidera integrare la zanzariera a scorrimento al sistema di teli oscuranti.

L’installazione delle zanzariere

Un elemento determinante è la facilità di installazione. A questo proposito, le zanzariere magnetiche sono una soluzione particolarmente apprezzata: non necessitando di fori e viti per l’applicazione e possono essere smontate all’occorrenza; inoltre risultano semplici da lavare: praticità e risparmio tutto in uno. Tra i prodotti più facili da montare ci sono le zanzariere a strappo, applicabili con il biadesivo, ma anche i modelli a rullo e a tenda con velcro e i modelli a pannelli e plissettati.

Una delle soluzioni più utilizzate sono le zanzariere scorrevoli, ideali anche per le porte finestre. Per quanto riguarda l’installazione è possibile affidarsi a un professionista o, per chi preferisce le zanzariere fai da te, acquistare i modelli completi di kit di montaggio e fissaggio. In alternativa ai modelli scorrevoli privi di guide inferiori, è possibile optare per le versioni a soffietto dotate di binario: in questo caso si avrà un prodotto più stabile e resistente.

Va anche detto che non mancano i modelli hi-tech, come le zanzariere elettriche motorizzate. Questo tipo di soluzione garantisce la massima praticità, grazie alla possibilità di attivare l’apertura automatica della zanzariera: basta premere il tasto di un telecomando e non solo; grazie alla presenza dei sensori di presenza integrati, infatti, i modelli più evoluti sono in grado di azionarsi automaticamente quando ci si avvicina alla zona di rilevamento.

Tende a bracci estensibili: perfette per la tua veranda

Siamo tutti in trepidante attesa della bella stagione! A tal proposito lo sai che grazie alle tende da sole la tua casa è più fresca d’estate e più calda d’inverno? Non solo! Con le tende da sole infatti guadagnerai più spazio, trasformando gli ambienti esterni in luoghi accoglienti che potrai arricchire con piante.

È bene anche dire che le tende da sole sono soluzioni utilizzabili sia in appartamenti condominiali, sia in abitazioni private come ville o cascine in città, come al mare e in montagna.

Fatta questa premessa, oggi ti presentiamo le tende a bracci.

Tende a bracci

Quando si parla di tende a bracci, si fa riferimento alla “classica” tenda da sole. La tenda a bracci, proprio per questa sua caratteristica, è adatta ad ogni tipo di terrazzo, balcone, giardino e attività commerciale.

Questa tenda è molto utile per riparare dal sole sia zone di piccole che di grandi dimensioni: è molto versatile e si adatta perfettamente all’ambiente nel quale viene installata.

È possibile trovare questa tenda in commercio in diverse soluzioni:

  • bracci fissi o bracci estensibili
  • un’ampia gamma di tessuti, sia in tinta unita che rigati
  • personalizzabili con diverse tipologie di mantovana
  • ampia scelta di colori della struttura

Ma qual è la differenza tra tenda a bracci fissi e tenda a bracci estensibili?

La tenda a bracci fissi permette ai bracci di ruotare sino a 180° e la sua struttura lineare la rende adatta ad essere utilizzata su superfici di medie dimensioni, ottime per balconi e negozi.

Le tende a bracci estensibili sono invece ideali per riparare dal sole zone di piccole o di grandi dimensioni, perfette per terrazzi, balconi, giardini e attività commerciali in genere.

Di quale materiale è la struttura?

La struttura delle tende è molto resistente. Il materiale usato è l’alluminio verniciato, praticamente esente da qualsiasi forma di corrosione proveniente dagli eventi atmosferici mentre i bracci estensibili sono fatti in KEVLAR, una garanzia per la loro tenuta nel tempo. I telai inoltre sono laccati e disponibili già di serie in vari colori così da essere meglio coordinati alle ringhiere o alle cancellate a cui la devi abbinare. La struttura infine è in barra quadra ad alta resistenza.

Inoltre, per avere ulteriore protezione per la tenda contro l’usura e gli agenti atmosferici, la tenda stessa sarà dotata di un cassonetto di protezione totale che chiude e ripara completamente la tenda proteggendola dalle intemperie quando non viene utilizzata. In questo caso la struttura è sempre in alluminio verniciato con i bracci estensibili in KEVLAR. Praticamente la tua tenda diventa quasi indistruttibile!

È anche bene dire che oltre al classico movimento “ad arganello”, è possibile motorizzarle per aprire e chiudere le tende ogni volta che ti serve nella maniera più facile e sicura. Ed ancora queste tende possono essere dotate di automatismi integrati con sensori per il vento o la vibrazione che intervengono automaticamente nella chiusura della tenda.

Tende da sole: ecco tutte le tipologie

Tende da sole: quanto ne sappiamo veramente? Vediamo insieme tutte le tipologie a disposizione

Tende da sole: tipologie

Quello che fa la differenza in una tenda da sole è innanzitutto l’assenza della struttura portante appoggiata a terra. La tenda è quindi direttamente montata a parete, sorretta da bracci, e con apertura regolabile. Esistono diverse tipologie di tende da sole e ciascuna di esse risponde ad esigenze particolari.

Tende a bracci estensibili

Le tende a bracci estensibili sono robuste e funzionali, possono avere manovra manuale oppure motorizzate, in questo caso possono essere dotate di dispositivi come il sensore vento ed il sensore pioggia. In questo tipo di tenda può essere presente il cassonetto per proteggere il tessuto quando viene avvolto, che garantisce al tendaggio di essere maggiormente protetto.

La scelta di una tenda a braccio estensibile è ideale per terrazzi di condomini, balconi di piccole dimensioni, perché l’ampiezza dell’estensione può essere regolata con facilità a seconda dello spazio a disposizione.

Tende a guida laterale

La caratteristica distintiva di questo tipo di tende è la possibilità di aggiungere alla copertura superiore anche una copertura frontale: la tenda consente quindi di ombreggiare due lati, quello superiore e quello laterale anteriore, proteggendo maggiormente l’outdoor dal clima esterno.

Questa tenda è un’ottima soluzione quando la zona esterna è particolarmente esposta alla luce, o se è soggetta a vento e correnti, che vengono arginati dall’ulteriore copertura frontale.

Tende a caduta

Nella tenda a caduta non sono presenti i bracci estensibili: il tessuto è direttamente collegato alla parete, e si può riavvolgere dentro al cassonetto o su un rullo senza protezione esterna.

Il telo è poi guidato su lati in alluminio o cavi in acciaio, oppure a caduta libera, ancora più snello e leggero. Il vantaggio di una tenda a caduta è sicuramente la capacità di chiudere il terrazzo in modo verticale, proteggendolo completamente: questa scelta può essere ottimale in città, per esempio per proteggersi da sguardi indiscreti o per creare un moderno “giardino d’inverno”.

Tende a cappottina

Le tende da sole a cappottina hanno una presenza più impattante, infatti sono spesso utilizzate per vetrine commerciali: sono infatti ricurve e molto bombate, così da proteggere sia in larghezza che in profondità. Possono però anche essere installate anche in case.

Tende da sole per un outdoor innovativo

Su un balcone, un terrazzo o in giardino si possono ricavare spazi diversi, funzionali e creativi, per vivere la zona aperta come una vera e propria estensione dell’indoor.

Un terrazzo ben attrezzato può dare grandi soddisfazioni anche se è di piccole dimensioni, così come una zona verde ben sfruttata può diventare un angolo fiorito, un punto relax o un piccolo orto. Un balcone, anche piccolo, può essere un rifugio nelle sere estive con un calice di vino in mano o anche trasformarsi in uno spazio lavanderia da sfruttare per non ingombrare la casa con i panni stesi.

Le tende da sole possono aiutarti a coprire la zona all’aperto in modo discreto e funzionale, scegliendo la tipologia di struttura, design e colorazione che più si adatta alle tue esigenze.

Pergole bioclimatiche per il tuo giardino: ecco tutte le caratteristiche

Se anche tu stai optando per una pergola bioclimatica, sappi che permette di realizzare una copertura su misura e arredare le aree esterne all’abitazione come un giardino, una veranda oppure un terrazzo con stile, design ed eleganza.

Pergole bioclimatiche: caratteristiche

La pergola bioclimatica si presta a diverse soluzioni che possono anche essere installate su misura a seconda dello spazio che si vuole rivestire. Si tratta infatti di uno dei sistemi più apprezzati per rendere abitabile il proprio outdoor ottenendo una struttura d’effetto che assicura il massimo della funzionalità e della praticità al fine di sfruttare lo spazio aperto in qualsiasi periodo dell’anno.

A rendere così funzionali le pergole bioclimatiche sono proprio le lamelle orientabili che caratterizzano la struttura: grazie ad esse è infatti possibile regolare e controllare la quantità di luce che accede alla zona consentendo inoltre di regolare a proprio piacimento il passaggio dell’aria.

Ed ecco perché scegliere la migliore pergola bioclimatica consente di rendere perfettamente vivibile gli spazi esterni sia nei mesi estivi, quando si va alla ricerca di zone al fresco, che nei mesi invernali quando molto spesso non è possibile usufruire delle aree aperte a causa del maltempo e del freddo.

Oggi infatti, scegliere una pergola bioclimatica è trovare una soluzione su misura ed essere dotata di un vero e proprio impianto di riscaldamento per rendere il riparo confortevole e caloroso anche nei mesi più freddi dell’anno. Inoltre a disposizione vi sono diversi accessori che possono essere integrati nella pergola bioclimatica, come ad esempio delle luci a Led che garantiscono una luminosità ottimale nella zona che si desidera coprire.

Inoltre le lamelle possono essere chiuse completamente in modo tale da ottenere un buon isolamento dagli agenti atmosferici. In questo modo si va a creare una sorta di barriera che protegge il terrazzo o il giardino dalle intemperie, dalla pioggia o dal forte vento.

Nulla impedirà quindi di poter sfruttare lo spazio esterno in totale comfort e funzionalità e gustare una tazza di thè con gli amici o la famiglia anche nei pomeriggi più freddi.

Come scegliere la migliore pergola bioclimatica

Per stabilire qual è il modello di pergola bioclimatica in grado di soddisfare appieno le proprie necessità e adattarsi al meglio al giardino, al terrazzo o allo spazio verde adiacente all’abitazione è bene valutare attentamente il progetto partendo proprio dalla struttura dell’area esterna. Inoltre è altrettanto importante tenere conto delle dimensioni e dell’uso che se ne vorrà fare. In base a questi piccoli consigli sarà possibile avere le idee chiare sulla migliore tipologia di pergola bioclimatica.

Come sfruttare lo spazio esterno?

Prima di scegliere un modello qualunque di pergola bioclimatica e correre il rischio di fare degli errori è importante chiarire quale sarà l’uso dell’area esterna alla casa: si desidera utilizzarla come zona relax con tavoli, sedie, divanetti oppure come un vero e proprio solarium con lettini e sdraio? Insomma, gli utilizzi di un giardino o un terrazzo possono essere molteplici: anche una cucina all’aperto con barbecue a gas potrebbe essere un piacevole modo di sfruttare un piccolo spazio esterno alla casa.

Nel caso in cui occorre installare la pergola bioclimatica su un terrazzo è bene puntare ad una struttura addossata alle pareti dell’abitazione, che potrà essere realizzata su misura. Questa variante è spesso indicata in spazi non troppo ampi e rappresenta un’ottima copertura per chiudere comodamente anche un terrazzino grazie all’effetto di continuità che collega l’interno della casa con la zona aperta. Se invece il terrazzo o il giardino hanno grandi dimensioni è preferibile optare per una struttura autoportante, che permette di realizzare una comoda area esterna ideale per godere di tanto relax oppure organizzare pranzi e cene all’aperto.

Presta attenzione ai materiali

I materiali svolgono un ruolo importante nella scelta della migliore pergola bioclimatica che può essere acquistata nella versione in alluminio.

Per scegliere il prodotto ideale è bene tenere a mente le condizioni atmosferiche generali del territorio, in particolare del giardino e del terrazzo in cui si desidera installare la pergola

Le pergole bioclimatiche inalluminio assicurano un valido riparo, tuttavia bisogna ricordare che la struttura in alluminio non richiede particolari interventi ed è più resistente rispetto alle controparti in legno.

Pergole: differenza tra pergolati e pergole bioclimatiche

Eh già: le pergole non sono affatto tutte uguali! Esiste infatti una grande differenza tra pergolati e pergole bioclimatiche. Vediamole assieme!

Le pergole bioclimatiche sono l’evoluzione tecnologica delle pergole; quest’ultime infatti hanno un’origine molto antica e sono nate esclusivamente per schermare il sole. Sono costruite generalmente in legno oppure metallo e non consentono nessun tipo di regolazione a differenza delle pergole bioclimatiche realizzate in alluminio e come vedremo offrono molti vantaggi in termini energetici.

Cosa sono le pergole

Le pergole consistono in una struttura in legno o altro materiale il cui scopo è creare una copertura prossima alle abitazioni e rendere in tal modo vivibile un’area del giardino o una porzione di terreno. Il pergolato è generalmente caratterizzato da alcuni elementi specifici; alcuni travetti formano un reticolo di varie dimensioni, che permettono alle piante rampicanti di costituire la copertura.

A seconda delle necessità, il pergolato può essere sostenuto da pilastri, senza i quali diventa necessario sfruttare le pareti degli immobili immediatamente adiacenti.

Come fare per costruire le pergole

Costruire un pergolato non è difficile, specialmente se si acquistano prodotti di qualità, studiati per poter essere montati velocemente e senza incorrere in varie problematiche.

Cosa sono le pergole bioclimatiche: caratteristiche e vantaggi

Dal punto di vista tecnico, le pergole bioclimatiche offrono qualcosa di più rispetto alle pergole; infatti, si tratta di strutture che presentano una particolare copertura in alluminio, caratterizzata da lamelle frangisole orientabili.

Questa soluzione è perfetta per garantire la migliore combinazione fra illuminazione e aerazione, a seconda delle proprie preferenze; inoltre, quando le lamelle sono completamente chiuse, garantiscono la totale impermeabilità, trasformando la pergola bioclimatica in una protezione assoluta anche in caso di forte pioggia.

Come si montano le pergole bioclimatiche

Al pari delle pergole, le pergole bioclimatiche devono essere montate secondo uno schema specifico e utilizzando tutti gli accessori presenti nella confezione; in questo caso affidarsi a un rivenditore esperto diventa ancora più importante.

Conclusioni: quale sistema scegliere fra pergola, e pergola bioclimatica?

Quando da una copertura si richiede la creazione di uno spazio esterno vivibile che sia anche confortevole, è necessario valutare il montaggio di una pergola bioclimatica, una costruzione che garantisce un clima ideale in ogni condizione. In caso contrario, è corretto considerare l’acquisto di una pergola, modello decisamente più economico che si differenzia dal punto di vista estetico. Le pergole si adattano maggiormente agli ambienti di campagna.