Detrazioni esistenti nel 2024: facciamo un po’ di chiarezza

Quando si parla di detrazioni si sa, bisogna sempre fare un attimo di chiarezza; ed è proprio per questo che noi di Risa vogliamo andare a vedere assieme quali sono le detrazioni presenti per questo 2024. Rimani con noi!

Si parla tanto di bonus, quindi è doveroso capire innanzitutto di cosa si tratta: disciplinato per la prima volta dal Decreto Interministeriale del 6 agosto 2020, il bonus tende da sole, che rientra nei lavori incentivabili, è stato esteso al 2023 e al 2024, e comprende tutti gli interventi che comportano un risparmio energetico con l’acquisto delle tende da sole, delle schermature solari, tapparelle o altre coperture fisse interne o esterne.

Il bonus quindi prevede una detrazione fiscale del 50% sui costi effettuati per acquistare e installare schermature solari o chiusure tecniche mobili oscuranti e per la rimozione di eventuali strutture antecedente ed altre opere accessorie, fino ad un massimo di 60.000 euro per unità immobiliare.

Ecco come funziona il bonus

La cosa più importante da dire è che il bonus funziona alla sola condizione che l’intervento sia effettuato “su un edificio esistente, ossia accatastato o con richiesta di accatastamento in corso, e in regola con il pagamento di eventuali tributi”. Quindi, alla luce di questo, le tende da sole si potranno comprare con l’incentivo del bonus, a patto che rispettino certe caratteristiche, ovvero che siano mobili, a copertura di una superficie vetrata, istallate all’esterno, ecc.

Abbiamo detto che non tutte le tipologie di schermature solari sono agevolabili; il bonus tende da sole infatti può essere erogato secondo specifici requisiti e solo per determinate categorie, ovvero:

  • Marcate CE, ossia devono rispettare i requisiti standard previsti dall’Unione Europea;
  • Mobili;
  • Installate a protezione di superfici vetrate;
  • Installate ad integrazione dei serramenti, o anche solo applicate purché unite all’edificio;
  • Realizzate nel rispetto delle norme in materia di sicurezza ed efficienza energetica;
  • Installate con orientamento a est, sud, ovest.

Per quanto riguarda invece le tipologie di tende ammesse al bonus, è bene dire che devono rispettare le direttive nazionali e locali in vigore nell’ambito urbanistico, delle costruzioni, di efficienza energetica e di sicurezza.

Quindi le tipologie di tende che sono state valutate acquistabili in particolare sono le tende:

  • Alla veneziana;
  • Verticali;
  • A rullo;
  • Esterne a bracci pieghevoli o rotanti;
  • Ombreggianti per lucernari e finestre da tetto.

Inoltre, nelle tipologie ammesse al bonus con i rispettivi costi di smontaggio, dismissione e messa in opera, rientrano anche le seguenti schermature solari:

  • Tende da sole;
  • Tende per lucernari;
  • Tende per serre;
  • Tende a bracci;
  • Tende per facciate;
  • Tenda da facciata a rullo;
  • Tende a veranda;
  • Tende a pergola;
  • Cappottine;
  • Schermi solari mobili;
  • Veneziane esterne;
  • Frangisole;
  • Chiusure oscuranti;
  • Persiane;
  • Scuri;
  • Tapparelle;
  • Tende interne.

Detto questo, la domanda è: tende da sole con Ecobonus o Superbonus?

I contribuenti beneficiari delle detrazioni fiscali per l’acquisto delle tende da sole o schermature solari hanno la facoltà di optare per l’Ecobonus 50% o per il Superbonus 90%.

La soluzione è subordinata alle esigenze specifiche del proprietario di casa o del condominio, analizzando quelli che sono i rispettivi requisiti tecnici e valutando che i committenti potranno monetizzare buona parte dei bonus fiscali esclusivamente attraverso le detrazioni fiscali, in 5 o 10 anni.

Tende a doppia inclinazione

Se anche tu che ci stai leggendo stai già pensando alla bella stagione, allora sei nell’articolo giusto! E se ti stai chiedendo perché, sappi che noi di Risa siamo qui per parlarti di una particolare tipologia di tende da sole, ovvero delle tende da sole a doppia inclinazione.

La prima cosa da sapere è che la maggior parte delle tende da sole che si trovano sui nostri terrazzi e sui nostri balconi sono tende da sole a bracci, o più semplicemente tende a braccio per esterni. Questa tipologia di tende ha come caratteristica principale quella di avere un apposito meccanismo di apertura a sbalzo, ma anche una struttura che permette al telone di rimanere aperto, secondo diverse angolazioni, grazie al sostegno di due o più bracci metallici che sono fissati al muro sulle estremità.

Quindi, se ti stai chiedendo qual è la differenza delle tende da sole a caduta con bracci rispetto ad altre tende è che le prime non hanno un’angolazione fissa, ma appunto i bracci sono estensibili, e questa particolare caratteristica permette alla tenda di assumere diverse inclinazioni, assicurando quindi un riparo e una protezione maggiori dai raggi UV e dal calore.

Proprio per questo motivo le tende a bracci sono chiamate anche tende da sole a bracci estensibili o semplicemente tende estensibili, che non rappresentano una categoria a parte rispetto alle altre tende a braccio, perché in realtà tutte le tende a braccio sono dotate di bracci estensibili quindi, di fatto, si tratta sempre di tende estensibili, anche se è bene ricordare che il temine tenda a braccio estensibile è spesso usato per contraddistinguere la tenda a braccio dalla tenda a caduta con braccetti esterni.

Detto questo, andiamo a vedere nello specifico una tipologia di tende da sole, ovvero quelle a doppia inclinazione.

Devi sapere che una tenda da sole a bracci con doppia inclinazione, conosciuta anche come tenda da sole estensibile con doppia inclinazione o, più raramente, tenda a bracci a pantografo, è una tenda che è caratterizzata da una doppia, e quindi molto più accentuata, inclinazione del telo, che è possibile grazie a degli specifici supporti montati su barra quadra che prevedono un cavo orizzontale che attraversa la tenda al centro del telone, permettendo in questo modo la sua seconda “piegatura” o inclinazione tramite bracci estensibili anche in questo punto.

Questo sistema quindi, assicura sia una maggiore protezione, in quanto la maggiore inclinazione sia verticale, sia longitudinale del telo permette un’ombreggiatura superiore, sia un impatto estetico ancora più gradevole.

Se dovessimo indicare una nota dolente di queste tende è il loro costo, leggermente superiore a quello delle normali tende a braccio, così come la struttura che richiede sicuramente una maggiore manutenzione, nonostante l’utilizzo di materiali estremamente resistenti come l’acciaio inox ne consenta comunque una buona longevità.

Scontistica: Tende, Pergole e Zanzariere sconto fino al 15%

Noi di Risa non ci fermiamo mai nella nostra missione che è da sempre quella di mettere il cliente, che come te decide di sceglierci, al centro della nostra attività! Ed è proprio pensando a te, ed alle tue esigenze, che abbiamo deciso di venirti incontro non con una semplice agevolazione; quindi se vuoi saperne di più, prosegui nella lettura!

Ciò che vogliamo innanzitutto dirti, se non lo sai ancora, è che noi di Risa siamo un negozio specializzato nel settore dell’arredo che risponde alle diverse esigenze dell’abitare contemporaneo e classico, presenti sul mercato dal 1984. La nostra azienda infatti nasce quasi quarant’anni fa grazie alla passione di Bernardo, che dopo aver acquisito esperienza in un’altra società, decide di mettersi in proprio, dedicandosi soprattutto alla produzione e al montaggio delle tende alla veneziana.

Dopo qualche tempo, con l’entrata di Marco, oggi uno dei due titolari, comincia ad allargarsi e ad ampliare e diversificare la gamma dei prodotti e dei servizi offerti. Solo nel 2000 i due figli, Marco e Sonia, prendono le redini dell’azienda paterna portando avanti il lavoro svolto fino ad allora con la stessa dedizione e serietà.

Grazie alla sua esperienza, maturata negli anni, Risa propone un interessante gruppo di marchi di design e un’ampia gamma di proposte per soddisfare qualsiasi tipo di domanda.

L’accoglienza, la disponibilità, l’attento ascolto delle esigenze del cliente, la ricerca di prodotti di qualità pensati per durare nel tempo, l’aggiornamento continuo di tutto il personale sulle nuove tecniche e sui materiali più all’avanguardia, l’installazione effettuata a regola d’arte e le riparazioni rapide ed efficaci.

Ecco, in sintesi, quali sono i valori e la filosofia che da sempre sono alla base del nostro lavoro per garantire ai nostri clienti una totale soddisfazione e che ci hanno consentito, negli anni, di ottenere la piena fiducia dei nostri affezionati clienti.

Il nostro obiettivo è quello di creare un modello si funzionale ma anche flessibile che si adatti ai nuovi ritmi e stili di vita e non esiteremo a capire al meglio le tue esigenze proponendoti varie soluzioni in tutti i campi dell’arredamento.

Devi sapere che la nostra filosofia si basa su 3 punti per noi fondamentali:

  • Dialogo: Il dialogo con i nostri professionisti è la chiave del nostro lavoro perché solo così possiamo capire le vostre esigenze e realizzare i vostri desideri in piena efficienza e capire di cosa avete realmente bisogno;
  • Qualità: Siamo sempre alla ricerca della qualità del prodotto e del nostro lavoro. Anni di esperienza ci aiutano a garantire la massima affidabilità, sicurezza e durata nel tempo dei nostri prodotti;
  • Varietà: Nei nostri showroom troverete ampiezza di gamma e varietà. Tante proposte per tanti stili, progetti differenti e soluzioni dal budget diverso ma sempre con un alto standard qualitativo;
  • Evoluzione: Il nostro personale è qualificato e vi garantisce la massima disponibilità e reperibilità anche nell’assistenza post-vendita.

Ma quindi, cosa volevamo dirti in questo articolo?

Ebbene si, apri bene le orecchie: noi di Risa abbiamo pensato esclusivamente per te ad uno sconto fino al 15% su tende, pergole e zanzariere! Si, rileggi ancora una volta se ti va, ma hai capito proprio bene! Quindi se vuoi saperne di più, non esitare a contattarci e ti daremo tutte le informazioni di cui hai bisog

Automazioni Casa: come progettarle e crearle

Sempre più spesso sentiamo parlare di smart home e casa intelligente. Anche noi di Risa consigliamo di dotare le abitazioni e gli edifici dei sistemi domotici per controllare da remoto tutti gli impianti della propria abitazione.

Trasformare casa nostra in una smart home significa avere una casa connessa, a partire dagli elettrodomestici, agli allarmi collegati, alle telecamere e allo smartphone, TV e luci impostate da remoto: tutto è collegato e gestibile tramite pulsanti wireless, comandi vocali o touch screen e altre interfacce utente, collegate a una centrale intelligente che riceverà ed elaborerà le informazioni ricevute per eseguire delle azioni.

Casa domotica: vantaggi

Utilizzare sistemi domotici all’interno della nostra casa ci offrirà indubbiamente dei vantaggi, ma non solo: rivoluzioneranno l’organizzazione della casa e semplificheranno la gestione di alcune funzioni.

Vediamo insieme quali sono:

  • Comodità: casa domotica uguale comfort. Si, perché ti aiuta a gestire le attività di tutti i giorni con un semplice gesto. Accendere le luci, la tv, il riscaldamento o abbassare le tapparelle sarà possibile con un clic, comodamente seduto o da remoto, ovunque ti trovi;
  • Risparmio energetico: i sistemi domotici attivano e combinano i dispositivi in modo intelligente, ed in tal senso è possibile automatizzare l’accensione e lo spegnimento delle luci al passaggio delle persone, a seconda della luce proveniente dall’esterno ma anche gli impianti di climatizzazione per evitare sprechi di energia;
  • Valore dell’immobile più alto: trasformare gli ambienti domestici con un sistema domotico significa anche aumentare il valore del proprio immobile, a cui verrà assegnata una classe energetica superiore rispetto a una casa tradizionale;
  • Sicurezza: uno dei vantaggi di una casa intelligente è l’elevata sicurezza che è possibile raggiungere grazie ai sistemi di allarme domotico. Oltre ad avvisarti della presenza di un possibile ladro, l’allarme domotico è in grado di avvertirti in caso di fughe di gas o perdite di acqua.

Alla luce di quanto detto, ti starai forse chiedendo se conviene investire realmente in una smart home; noi di Risa vogliamo dirti che no, non stai buttando via i tuoi soldi, ma stai aumentando il valore del tuo immobile, oltre a migliorare la tua qualità della vita in casa. Quindi, se stai ristrutturando casa o ne hai acquistata una in costruzione, sai benissimo come è complicato, avendo un budget da rispettare, inserire tutti comfort che vorresti per realizzare la casa dei tuoi sogni.

Quindi, se il tuo desiderio è quello di realizzare una smart home, è senza dubbio, un sistema di domotica integrata. Grazie a un sistema di domotica integrata, non solo cambierai il modo di vivere la casa, per sempre, ma aumenterai immediatamente il valore dell’immobile e sarà più facile rivenderlo un domani.

Se dovessimo dire quanto bisogna spendere per un impianto di domotica integrata, devi sapere che il costo dell’impianto varia principalmente in base alle funzioni che vorrai inserire ma influiscono molto anche:

  • La metratura dell’immobile;
  • Il numero di locali;
  • Il numero dei punti luce e delle prese;
  • La tipologia di programmazione e supervisione necessaria per le funzioni scelte.

Il consiglio è quindi quello di iniziare dalla base e di predisporre l’impianto per le future installazioni e relative funzioni.

 

 

 

 

 

 

Eco bonus Schermature Solari 50% su tende da sole e pergole

Quanto ne sai di ecobonus schermature solari 50% su tende da sole e pergole? Qualsiasi sia la tua risposta, niente paura! Scopriamolo assieme.

Ecobonus 50% schermature solari: ecco di cosa si tratta

Osservando più da vicino il bonus 50% schermature solari, possiamo tenere in considerazione le seguenti possibilità:

  • Aliquota di detrazione: 50% delle spese totali sostenute nel periodo 1° gennaio 2024 al 31 dicembre 2024;
  • Limite massimo di detrazione ammissibile: 60.000 euro per unità immobiliare;
  • Importo massimo agevolabile di costo per prodotto: 276 euro / mq al netto di Iva e prestazioni professionali, opere complementari relative alla installazione, posa e alla messa in opera;
  • Possibilità di richiedere lo sconto in fattura oppure detrazione diretta del credito di imposta in 10 anni, oppure cessione del credito.

Affinché si possa beneficiare dell’agevolazione, le schermature solari devono essere:

  • Applicate in modo solidale con l’involucro edilizio e non liberamente montabili/smontabili dall’utente;
  • A protezione di una superficie vetrata;
  • Installate all’interno o all’esterno della superficie vetrata;
  • Mobili;

Dal punto di vista tecnico, invece:

  • Sono ammessi gli orientamenti da est a ovest passando per sud e sono pertanto esclusi nord, nord-est e nord-ovest;
  • Nel rispetto dell’Allegato M del DLgs. N. 311/2006 le schermature solari devono essere marcate CE secondo EN 13561;
  • Le schermature solari devono possedere un valore del fattore di trasmissione solare totale (gtot) accoppiato al tipo di vetro della superficie vetrata protetta inferiore o uguale a 0,35;
  • Devono essere rispettate, inoltre, le pertinenti norme nazionali e locali vigenti in materia urbanistica, edilizia, di efficienza energetica, di sicurezza (impianti, ambiente, lavoro).

Ma quindi, quali sono le schermature solari detraibili? Eccole di seguito:

  • Pergole a impacchettamento, pergole bioclimatiche, tende da sole, tende per lucernari, tende per serre, tende a bracci, tende per facciate, tenda da facciata a rullo, tende a veranda, tende a pergola, cappottine, zanzariere e tende antinsetto, schermi solari mobili (Norma EN 13561);
  • Veneziane esterne in alluminio, frangisole, chiusure oscuranti, persiane, scuri, tapparelle, ecc. (norma EN 13659);
  • Rulli avvolgibili, veneziane, plissettate, verticali. Sono escluse le tende decorative. (Norma EN 13120).

Infine è bene dire che è possibile utilizzare la detrazione per utilizzo indiretto a detrazione delle imposte sul reddito per il cliente finale, suddividendo il beneficio in 10 quote annuali. Se vuoi saperne di più, non esitare a contattarci!

RISA LOGO new

50% classico ristrutturazioni

In questo articolo noi di Risa vogliamo parlarti di bonus e incentivi, quindi per saperne di più ti invitiamo a proseguire con la lettura!

Noi di Risa ci occupiamo del cliente a 360 gradi perché vogliamo non solo portare a termine il suo progetto, ma farlo sentire sicuro e coccolato; e lo facciamo occupandoci di ogni cosa.

Noi di Risa infatti siamo vicini al nostro cliente in ogni momento, quindi lo siamo anche per aiutarti a risolvere anche problematiche legate alle detrazioni fiscali. Ed è proprio per questo che in questo articolo ti parleremo del bonus 50% relativo alle ristrutturazioni. Vediamolo in dettaglio.

La prima cosa da fare è innanzitutto capire se siamo in possesso dei requisiti per usufruire del bonus ristrutturazioni, ovvero:

  • Aliquota di detrazione: 50% delle spese totali sostenute nel periodo 1° gennaio 2024 al 31 dicembre 2024;
  • Limite massimo di detrazione ammissibile: 60.000 euro per unità immobiliare;
  • Importo massimo agevolabile di costo per prodotto al netto di Iva e prestazioni professionali, opere complementari relative alla installazione, posa e alla messa in opera diviso per zone climatiche.

Per le zone climatiche A, B e C i massimali sono pari a:

  • Solo infissi: 550 euro /mq;
  • Infissi ed oscuranti: 650 euro /mq.

Per le zone climatiche D, E ed F i massimali sono pari a:

  • Solo infissi: 650 euro /mq;
  • Infissi ed oscuranti: 750 euro /mq.

Esiste inoltre la possibilità di richiedere lo sconto in fattura oppure una detrazione diretta del credito di imposta in 10 anni o anche la cessione del credito. È possibile utilizzare la detrazione con la modalità di utilizzo diretto a detrazione delle imposte sul reddito per il cliente finale, suddividendo il beneficio in 10 quote annuali.

Detto questo, soffermiamoci un attimo sul bonus 50% sicurezza.

Devi sapere che il bonus 50% sicurezza fa parte del cosiddetto bonus ristrutturazioni che è stato confermato e prorogato fino alla fine del 2024; è possibile usufruirne per tutti quegli interventi finalizzati a prevenire il rischio di comportamenti fraudolenti da parte di terzi.

Il recupero fiscale del 50% in 10 anni è applicabile alle seguenti chiusure di sicurezza:

  • Rafforzamento, sostituzione o installazione di cancellate o recinzioni murarie degli edifici;
  • Apposizione di grate sulle finestre o loro sostituzione;
  • Porte blindate o rinforzate;
  • Apposizione o sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci, spioncini;
  • Installazione di rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti;
  • Apposizione di saracinesche;
  • Tapparelle metalliche con bloccaggi;
  • Vetri antisfondamento;
  • Casseforti a muro;
  • Fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati;
  • Apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline.

Se ti stai però chiedendo come fare per poter ottenere l’agevolazione fiscale, devi sapere che gli adempimenti fiscali si sono notevolmente semplificati nel corso degli anni. Oggi è sufficiente indicare nel modulo della dichiarazione dei redditi i dati catastali dell’immobile, la tipologia di detrazione, gli importi e altri dati utili per completare la richiesta. È necessario che tutti i documenti relativi a fatture e pagamenti siano intestati alla persona richiedente l’agevolazione. I pagamenti devono essere effettuati con bonifico parlante bancario o postale anche online.

 

Pergola parking: scopri quali sono i vantaggi

Nel precedente articolo abbiamo iniziato a parlarvi delle pergole antigrandine ma, come promesso, siamo di nuovo qui per continuare a parlarne!

Pergole antigrandine: ecco quali vantaggi

La Pergola Parking è progettata per offrire una protezione completa contro la grandine, la pioggia e altri pericoli climatici. Realizzata con una struttura robusta in acciaio zincato a caldo e un telo in PVC ignifugo, questa pergola è il rifugio ideale per la tua auto. Grazie ai piantoni decentrati, le manovre sono più sicure che mai. Inoltre, la gronda integrata assicura uno scarico diretto dell’acqua piovana, evitando accumuli dannosi.

Devi sapere che utilizzare pergole antigrandine per auto offre numerosi vantaggi, tra i quali:

  • Protezione efficace: in quanto le pergole offrono una protezione affidabile contro la grandine e creano ombra dove non c’è. Inoltre con l’auto al sicuro in caso di grandine improvvisa, si riducono significativamente i costi di riparazione e i tempi di fermo;
  • Installazione rapida e semplice: queste pergole sono progettate per essere facili da installare e rimuovere, consentendo ai proprietari di risparmiare tempi di costruzione lunghi e costi elevati;
  • Versatilità: le pergole antigrandine possono essere posizionate su qualsiasi tipo di suolo, a moduli singoli o a moduli accoppiati per creare un intero parcheggio protetto;
  • Resistenza e durabilità: le pergole sono realizzate con materiali semplici ma durevoli, progettati per resistere agli agenti atmosferici e agli impatti dei chicchi di grandine;
  • Design: hanno un’estetica minimalista ed un taglio industriale che si integra perfettamente in ambino residenziale. Ideali in quelle condizioni in cui non si ha la possibilità di creare un garage o una tettoia permanente.

Se però ti stai chiedendo come stabilire la dimensione di una pergola antigrandine, devi sapere che è necessario valutare la dimensione della pergola per il parcheggio auto. In generale, è bene sapere che l’altezza della struttura varia notevolmente in base al contesto e alle esigenze, in tal caso deve essere adatta a proteggere il veicolo che si vuole coprire.

In conclusione quindi possiamo affermare che le pergole antigrandine per auto rappresentano davvero una soluzione moderna ed efficace per proteggere i veicoli da danni costosi causati da tempeste di grandine e creare ombra per aver sempre l’auto fresca durante il periodo estivo.

Inoltre, grazie alla loro facilità di utilizzo combinata con l’elevata resistenza e la versatilità, diventano una scelta ideale per i proprietari di automobili che desiderano mantenere i loro veicoli al sicuro in qualsiasi condizione meteorologica. Quindi alla luce di quanto detto, investire in una pergola antigrandine quindi aiuta a preservare l’integrità della carrozzeria e mantenere l’auto in perfette condizioni per molti anni.

Pergola Parking: La Tua Soluzione Anti-Grandine per l’Inverno

La bella stagione è giunta oramai agli sgoccioli e come ben sappiamo tutti quanti, ci stiamo preparando ad affrontare l’inverno che porta con se, oltre che ad una bella e festosa aria di gioia specialmente nel periodo legato alle feste natalizie, anche il brutto tempo.

Come ci sarà di certo capitato di sentire (e noi di Risa ci auguriamo che non siate tra i malcapitati che hanno vissuto danni e disagi vari in prima persona) il maltempo negli ultimi tempi sta creando notevoli problemi, con danni davvero importanti, creati da grandine e pioggia. E stando al fatto che, purtroppo, non si tratta più di eventi sporadici, ma che oramai si tratta quasi di una costante, che noi di Risa oggi abbiamo deciso di parlarvi di un argomento specifico, ovvero la pergola car parking. Quindi se ti interessa saperne di più, rimani pure con noi su questo articolo!

Pergola car parking: ecco di cosa si tratta

Quando si parla di pergola car parking si fa riferimento ad una particolare struttura che è stata progettata per proteggere i veicoli dagli effetti dannosi provocati dalla grandine, ma anche dal sole.

Nello specifico si tratta di un sistema composto da zavorre mobili B-BLOCK alla base, da una struttura metallica di supporto e da una membrana in PVC con una texture permeabile all’acqua che impedisce il passaggio dei chicchi di grandine e attenua i raggi solari. Queste pergole sono realizzate per creare ombra durante le giornate di sole intenso ed allo stesso tempo prevengono danni costosi alla carrozzeria e alle superfici interne.

In parole semplici possiamo affermare che la pergola in alluminio per auto offre molti benefici per proteggere un veicolo, tra i quali:

  • Limitare gli effetti del gelo durante i rigidi mesi invernali;
  • Preservare l’abitacolo dalle alte temperature nel periodo estivo;
  • Proteggere dalle intemperie, come grandine, acquazzoni o neve.

Devi sapere che questo tipo di pergola è non solo facile da installare, ma in grado di adattarsi alla configurazione della proprietà grazie alle sue dimensioni modulari. Inoltre, può essere addossata a un muro o a una facciata e le sue dimensioni possono essere aumentate per ospitare uno o più veicoli.

Pergolato per auto: ecco le caratteristiche

Il pergolato è una via di mezzo tra una veranda e una tettoia. Infatti, si tratta di una struttura in grado di unire i vantaggi di questi due modelli, così da creare nel giardino uno spazio in cui potersi rilassare o in cui parcheggiare l’auto al sicuro da qualsiasi condizione meteorologica.

Oggi le pergole per auto possono essere sia autoportanti che addossate, ma tra le più conosciute ricordiamo le pergole che hanno le seguenti caratteristiche:

  • Lamelle orientabili: tipiche delle strutture bioclimatiche, la possibilità di orientare le lamelle garantisce una maggiore funzionalità;
  • Pannelli scorrevoli: si opta per tale soluzione quando si vuole controllare la zona di ombra che si crea. Aprendo e chiudendo i pannelli si può alternare sole e ombra;
  • Illuminazione integrata: che si tratti di led, strisce led o di faretti, l’illuminazione integrata consente di rendere sempre visibile la zona sotto il pergolato, così che la propria auto sia sempre al sicuro;
  • Sensori di pioggia, neve e vento: soprattutto nei territori dove il clima è molto piovoso, un optional come questo aumenta l’efficacia del prodotto.

Ti abbiamo incuriosito e vuoi saperne ancora di più? Se si, noi di Risa ti invitiamo a leggere il prossimo articolo!

Zanzariere anticimici: scopri le nostre soluzioni

Con i primi freddi si sa, le fastidiosissime cimici, verdi o marroni che siano, cercano ad ogni costo di trovare riparo nelle nostre case. Ecco che per prevenire tutto ciò è indispensabile dotarsi di zanzariere anti cimici con fessure ridotte che impediscano il passaggio a questi fastidiosi insetti.

 

Le cimici asiatiche: conosciamole meglio

La Halyomorpha Halys, più comunemente conosciuta come cimice asiatica marmorata, è una specie originaria della Cina, simile alla nostra cimice verde, che si sta’ diffondendo velocemente in particolare nel nord Italia. È stata segnalata per la prima volta in Emilia Romagna nel 2012 e da allora continua a crescere indisturbata a causa della sua buona capacità di adattamento, dall’assenza di antagonisti e perché molto prolifica. Questi insetti temono solamente il freddo per questo in autunno cercano riparo negli edifici. Di sicuro sono animaletti fastidiosi perché si intrufolano in ogni fessura, hanno un odore sgradevole e sono rumorosi quando volano, anche se è bene dire che non sono pericolose per uomini e animali ma risultano molto dannose per l’agricoltura perché possono far perdere buona parte del raccolto.

Cimici: ecco come impedirne l’ingresso nelle case

Ecco di seguito alcuni semplici ma efficaci consigli per evitare che le care odiate cimici si intrufolino a casa nostra:

  • Sigillare con il silicone eventuali fessure fra serramento e muratura, meglio dalla parte esterna della casa;
  • Chiudere con cura i cassonetti delle tapparelle;
  • Sigillare le fessure dei battiscopa;
  • Chiudere eventuali crepe, fessure, tubi o fori che consentano il passaggio delle cimici;
  • Le cimici sono attratte dall’erba alta quindi meglio tagliare l’erba vicino alla casa;
  • Installare apposite reti anti insetto nelle prese d’aria e nei camini che blocchino le cimici lasciando passare l’aria;
  • Posare reti anti insetto negli abbaini, nelle finestre della cantina e nei lucernai sigillando bene i bordi con il silicone;
  • Utilizzare insetticidi ad uso domestico ESCLUSIVAMENTE sulla parte ESTERNA dei muri, attorno agli infissi tenendo le finestre chiuse. Tutti gli insetticidi ad uso domestico sono fortemente sconsigliati negli ambienti ad uso abitativo;
  • Su tutte le porte e le finestre installare le zanzariere anti cimici.

Ecco quali zanzariere utilizzare per difendersi dalle cimici

Le cimici camminano molto e riescono ad intrufolarsi in ogni piccola fessura e pertanto bisogna scegliere le zanzariere anti cimici più adatte.

Quindi se si sceglie una zanzariera per difendersi dalle cimici bisogna tener presente alcuni punti:

  • Le zanzariere che meglio bloccano le cimici sono quelle fisse perché non hanno nessuna fessura verso l’esterno e quindi questi insetti non riescono ad entrare;
  • Anche le zanzariere a saliscendi e quelle plissettate sono efficaci perché non hanno il cassonetto dove le cimici possano infiltrarsi;
  • Preferire zanzariere a guide strette e con chiusure ben bloccate;
  • Utilizzare zanzariere che abbiano profili regolabili in modo da evitare le fessure fra muratura e zanzariera;
  • Avvalersi di posa in opera qualificata in grado di installare la zanzariera compensando le difformità della muratura e sigillando con cura le fessure;
  • Ricordatevi che le zanzariere richiedono una minima manutenzione e pulizia che è però importante fare per mantenerle più a lungo funzionanti e per difendersi al meglio dalle cimici.

 

Naviga il nostro sito e compila il form per una consulenza personalizzata e dedicata alle tue esigenze. Saremo a tua disposizione.

Pergole bioclimatiche: come e quando effettuare la manutenzione?

Le pergole bioclimatiche, soprattutto quelle realizzate in alluminio, a dispetto di quello che si crede sono molto facili da pulire. E non richiedono nemmeno l’uso di prodotti specifici: bastano infatti un panno morbido e un po’ di acqua saponata e il gioco è fatto!

In più, dato che in genere le persiane sono in grado di ruotare fino a raggiungere i 176°, non occorre arrampicarsi sulla struttura. La manutenzione quindi può essere fatta tranquillamente dalla parte sottostante

Manutenzione pergole bioclimatiche dopo un temporale estivo

Anche se il calore estivo tende ad asciugare velocemente le gocce d’acqua, se volete mantenere le pergole bioclimatiche in buona salute e far sì che durino nel tempo, dovrete procedere in questo modo:

  • Aspettate che il temporale estivo finisca
  • Mettete le pergole in una posizione aperta di 60°.
  • Attendete che l’acqua finisca di scorrere nello spazio sottostante.

 

Il consiglio in più: prima di eseguire l’operazione si consiglia di  coprire con un apposito telo qualsiasi oggetto che possa eventualmente rovinarsi, come tavoli o divanetti.

Manutenzione pergole bioclimatiche al mare

Dato che gli acquazzoni che si verificano nelle località di mare sono molto più corrosivi, in questo caso vi suggeriamo di effettuare una pulizia regolare con acqua e sapone per eliminare i residui di sale e di sabbia.

Manutenzione pergole bioclimatiche durante l’autunno e l’inverno

Durante il periodo autunnale e invernale, anche se non utilizzate le pergole bioclimatiche, dovrete rimuovere le foglie e gli altri detriti dalla copertura per far sì che l’acqua defluisca sempre in modo regolare.